Prosegue l’impegno della Fondazione di Comunità Val di Noto. “Crowdfunding Training” a Modica: al centro creatività e relazione

Prosegue l’impegno della Fondazione di Comunità Val di Noto. “Crowdfunding Training” a Modica: al centro creatività e relazione

Crowdfunding_ImparatoModica. Conoscere il Crowdfunding e imparare a utilizzarlo per ideare e realizzare progetti: è l’obiettivo della giornata di formazione organizzata dalla Fondazione di Comunità Val di Noto e tenuta da Maurizio Imparato – manager, formatore e consulente aziendale – nei giorni scorsi presso Casa don Puglisi.

Circa trenta rappresentanti di cooperative sociali e realtà associative coinvolte nei progetti della Fondazione hanno avuto modo, nella prima parte del corso, di approfondire gli strumenti teorici del Crowdfunding seguendo il modello di analisi elaborato da Imparato  insieme a colleghi formatori e professionisti della comunicazione, che ha fatto emergere i fattori critici di successo nella creazione di progetti di  Crowdfunding.

Imparato ha analizzato insieme ai partecipanti svariati casi pratici di successo, mostrando fasi e strumenti per ideare una campagna di finanziamento dal basso: dalla scelta della piattaforma in base alle caratteristiche del contributo richiesto, alla costruzione di un video che spieghi in maniera chiara il progetto, le modalità per contribuire, e che soprattutto motivi all’azione e coinvolga i potenziali finanziatori.

Operativa la seconda parte della formazione: i partecipanti si sono cimentati nella realizzazione di una campagna di Crowdfunding per finanziare dal basso un progetto  concreto nella propria realtà. È in questa fase che i partecipanti hanno testato e compreso che lo strumento del Crowdfunding acquista forza nella misura in cui ha come motori propulsori idee, coraggio, voglia di mettersi in gioco e di raccontare belle esperienze, creatività, intuito, determinazione. Ma soprattutto se è centrale la relazione con i possibili finanziatori.

Così è stato presentato il Crowdfunding nel corso dell’incontro di formazione: un gioco di società con al centro la relazione. E sarà questo anche per la Fondazione di Comunità Val di Noto, che con uno strumento in più continua a generare sul territorio segni concreti di speranza e consistenti processi di coesione sociale e sviluppo sostenibile.