Progetto: Chiesa di Siracusa solidale con il mondo delle carceri

Progetto: Chiesa di Siracusa solidale con il mondo delle carceri

Sollecitare la solidarietà della comunità ecclesiale della diocesi di Siracusa, favorendo il superamento dei pregiudizi che spesso ci sono nei confronti dei detenuti e consentirne il reinserimento nel contesto sociale ed ecclesiale.

Il progetto “Chiesa di Siracusa solidale con il mondo delle carceri” è stato avviato dall’associazione “Gli amici di San Francesco” che ha sede a Siracusa, in viale Teocrito, di cui fanno parte, tra l’altro, i due cappellani dei due istituti penitenziari esistenti nei distretti socio sanitari D48 – Siracusa e D47 – Augusta, nello specifico contrada Cavadonna, la casa circondariale di Brucoli – Augusta. L’associazione si è costituita il 4 dicembre del 2009. Alcuni detenuti e i loro familiari sono stati ospitati temporaneamente a Siracusa in via Sant’Agnese, immobile ricevuto in comodato d’uso gratuito dalla Fondazione Sant’Angela Merici di Siracusa. I due istituti penitenziari ospitano in complesso circa 1000 persone: l’associazione valuta di poter fronteggiare in un anno una domanda di ospitalità di almeno cinquanta utenti.

L’obiettivo del progetto avviato con la Fondazione di Comunità Val di Noto, nella modalità dello “scouting sociale”, è di rendere fruibile al meglio l’unità immobiliare e così potenziare il servizio di ospitalità temporanea di detenuti, ex detenuti e loro familiari. Gli interventi nella sede verranno affidati ad una cooperativa sociale, i cui soci potranno essere detenuti ammessi al lavoro o ex detenuti. Così l’abitazione potrà ospitare daquattro a sei persone.