La Sicilia_1 maggio 2015. Cantiere Crisci ranni. Gioia e condivisione alle “Anfore di Cana”

La Sicilia_1 maggio 2015. Cantiere Crisci ranni. Gioia e condivisione alle “Anfore di Cana”

Cantiere «Crisci ranni»

Gioia e condivisione alle «Anfore di Cana»

Venerdì 1 maggio 2015 – Ragusa – Pagina 32

Stare insieme nella gioia e nella condivisione per restituire alla quotidianità il senso pieno della festa: questo spirito ha animato la giornata che le realtà di Casa don Puglisi e del Cantiere educativo Crisci ranni hanno trascorso a Viagrande e Trecastagni, nell’ambito del progetto “Le anfore di Cana”. Bambini, mamme, ragazzi, operatori, educatori, volontari e amici della Casa don Puglisi e di Crisci ranni, in un clima di amicizia e fraternità, hanno prima visitato il Museo dell’Etna, prendendo parte a un appassionante viaggio alla scoperta delle dinamiche di formazione e funzionamento dei vulcani; il pomeriggio è poi trascorso all’insegna dell’amore per la natura presso il Centro di Educazione Ambientale Parco Monte Serra, dove è stato possibile visitare la Casa delle Farfalle, una grande serra tropicale dove centinaia di farfalle sono libere di volare. Grandi e piccoli, con stupore, le hanno osservate da vicino, scoprendone i particolari del ciclo di vita e i legami con l’ambiente naturale. Per Casa don Puglisi e il Cantiere educativo Crisci ranni, coinvolti, con il sostegno di Fondazione con il Sud, rispettivamente nei progetti della Fondazione di Comunità Val di Noto “Ripartenze” e “Città inclusiva”, questa giornata ha rappresentato una tappa importante per il rilancio del senso di comunità attenta alla crescita e per la promozione di cammini educativi con al centro l’analogia familiare e il primato della relazione che aiutino chi fa più fatica a ripartire nella vita.
A. O.

Clicca per ingrandire 

Anfore di Cana_Casa don Puglisi e Crisci ranni