Il recupero sociale del quartiere Mazzarona: la Fondazione di Comunità Val di Noto sostiene un progetto per le famiglie

Il recupero sociale del quartiere Mazzarona: la Fondazione di Comunità Val di Noto sostiene un progetto per le famiglie

Un progetto per il quartiere Mazzarona di Siracusa grazie alla rete di partner composta da Arci, Difensore dei diritti dei bambini e il sedicesimo istituto comprensivo Chindemi. Dopo un’azione di scouting sociale la Fondazione di comunità Val di Noto ha finanziato con la somma di 25 mila euro l’iniziativa “Progetto famiglie” che vede l’Arci come capofila.

Il progetto si pone come finalità quello di comprendere il fabbisogno di un quartiere di frontiera della città, attraverso azioni mirate che coinvolgano le famiglie del luogo e promuovano un’educazione permanente. L’iniziativa punterà a realizzare l’assistenza domiciliare alla famiglie creando percorsi di formazione e orientamento, cercando di dimostrare, ad esempio, che già nei primi tre anni di vita del bambino si possono diagnosticare situazioni psicopatologiche evidenti. In seguito si passerà a realizzare azioni pilota finalizzate a sviluppare maggiore consapevolezza nelle famiglie (e soprattutto tra le donne del quartiere), attraverso un percorso di orientamento alla creazione di impresa o di una cooperativa.

Il progetto promuoverà anche l’alfabetizzazione affettiva delle madri, la sperimentazione di possibili servizi come sostegno alle donne per consentire loro l’accesso al lavoro.

L’obiettivo è quello di promuovere un aumento del tasso di occupazione dei beneficiari, soprattutto giovani donne residenti nella zona e la creazione, da parte di un piccolo gruppo, di un’impresa o di una cooperativa finalizzata alla gestione del centro aggregativo situato nel territorio.