Crisci ranni: un Cantiere educativo per ritrovare l’anima della città

Crisci ranni: un Cantiere educativo per ritrovare l’anima della città

In quattro anni il cantiere educativo “Crisci ranni”, collocato tra la parte alta e bassa della città di Modica, è divenuto luogo aggregativo capace di trasformare l’iniziale diffidenza e aggressività distruttiva di ragazzi di un quartiere periferico in senso di appartenenza e impegno scolastico e di crescita. Grazie al sostegno di Caritas Italiana e al progetto “Città inclusiva” – promosso dalla Fondazione di Comunità Val di Noto e sostenuto da Fondazione con il Sud – l’associazione “Crisci ranni” consolida quanto avviato in risposta alla disgregazione sociale nelle periferie e nelle situazioni di emarginazione, promuovendo azioni che mettono insieme cura della coesione sociale, attenzione educativa, rielaborazione culturale.

Ogni anno la preparazione dell’antico rito pasquale “Crisci ranni” – con cui al suono delle campane che annunciano la resurrezione, si lanciavano in alto i bambini augurando loro di crescere – si rafforza un Patto educativo che impegna insieme associazioni, istituzioni, scuole, parrocchie, gente del territorio in cammini educativi su temi civici, per il rilancio del senso di una città attenta alla crescita.

Crisci ranni permettedi far rinascere un’area abbandonata, divenendo segno nella città e per la città. Per rielaborarne il senso e ritrovarne l’anima e per immettere nel mondo una politicità nuova, fatta di purezza del cuore, intelligenza, nonviolenza, attenzione ai poveri e ai sofferenti.