Chiesa accogliente”, ad Augusta accolti tre detenuti in permesso

Chiesa accogliente”, ad Augusta accolti tre detenuti in permesso

Tre detenuti con permesso premio sono stati ospitati nel container realizzato ad Augusta grazie al progetto “Chiesa accogliente” sostenuto dalla Fondazione di Comunità Val di Noto. Tre persone accolte provenienti dal carcere di Brucoli e una persona inserita in un progetto educativo e lavorativo. Ieri pomeriggio padre Angelo Saraceno ha illustrato i dettagli del progetto e tracciato un bilancio alla presenza di monsignor Maurizio Aliotta, consigliere della Fondazione. Il progetto è stato promosso dalle parrocchie di Augusta Matrice, Soccorso, San Francesco, Sacro Cuore, Santa Lucia, San Nicola, San Giuseppe Innografo. Un sistema di rete che ha permesso non solo di ospitare alcuni detenuti in un container attrezzato, ma anche all’inserimento lavorativo di un detenuto per avviarne così il recupero sociale della persona. L’inserimento lavorativo vede il detenuto impegnato in lavori di manutenzione, servizi nelle parrocchie. Questo progetto è stato avviato con la Fondazione di comunità Val di Noto, nella modalità dello scouting sociale, con un contributo di 25 mila euro. Tutor del progetto è Angelo Cerruto. Padre Saraceno ha parlato del percorso avviato in questi anni: un  primo container era stato realizzato ma un incendio lo ha distrutto; nei mesi scorsi l’inaugurazione della nuova struttura che ha consentito ai volontari di continuare l’attività. Don Angelo ha spiegato anche le difficoltà che ci sono sul territorio per la crescente richiesta di aiuto che arriva da chi vive ogni giorno in difficoltà economiche. Monsignor Aliotta ha sottolineato l’importanza delle rete che si è creata con la collaborazione tra diverse parrocchie del territorio “la Fondazione ha sostenuto questo progetto – osserva – perché non si tratta di forme di assistenzialismo ma di sistema essendoci un progetto di recupero sui soggetti coinvolti”.